ANTONIADI EUGENIOS (1870-1944)

<!– wp:paragraph –><p></p><!– /wp:paragraph –>

astronomo francese di origine greca, lavoro’ dapprima all’ osservatorio flammarion a juvisy, alle porte di Parigi, e successivamente a quello di meudon, dedicandosi soprattutto all’ osservazione dei pianeti, in particolare la superficie di marte, notando una sequenza di mutamenti stagionali e contribuendo a smontare l’ idea che sul pianeta ci fosse una rete di canali. Disegno’ carte di mercurio e di marte di sorprendente esattezza. tratto dal libro: astronomia e cosmologia di John gribbin.

ANASSIMANDRO DI MILETO (611-547 a.c.)

filosofo greco . Fu il primo a suggerire che la superficie della terra era curva. Allievo di Talete, pensava che la terra avesse la forma di un cilindro o di una colonna, con la curvatura nella direzione nord sud. Fu anche il primo a sostenere che forse la terra era sospesa in equilibrio al centro del mondo. Tratto dal libro: astronomia e cosmologia , di John gribbin.

ANASSAGORA di clazomene( ca 500 -228 a. C. ) Filosofo greco.

fu il primo a fornire la spiegazione corretta delle fasi della luna, oltre che delle eclissi solari e lunari ( anche se per queste ultime pare abbia ipotizzato l’ interposizione fra sole e luna , oltre che della terra, anche di corpi diversi normalmente invisibili) . La caduta, in pieno giorno, a egospotami , in Tracia , nel 467, di una grande meteorite che aveva l’ aspetto di una pietra bruciata, indusse Anassagora a credere che fosse caduta dal sole, e che quindi il sole e anche le stelle fossero masse di ferro infuocato. Pensando che la terra fosse piatta, calcolò per la distanza terra – sole un valore corrispondente a poco più di 6000 km. E per il diametro del sole poco più di 50 km ( oggi sappiamo che la distanza tra il sole e la terra è di circa 149.000.000 km, e il diametro del sole è circa 1.292.000.000). Riteneva che il sole fosse più grande del Peloponneso. Usando lo stesso calcolo, ma supponendo che la terra avesse forma sferica, riuscì a calcolare in 6000 km circa il raggio della Terra ( valore che si avvicina molto all’ esattezza della misura). Anassagora ebbe fra i suoi allievi PERICLE ( grande politico, condottiero greco). Tratto dal libro astronomia e cosmologia, di John gribbin